problemi di erezione rimedi

Disfunzione erettile: ancora troppi i casi non trattati

home_slideshow-2.jpg

La disfunzione erettile è un argomento spinoso e difficile da trattare. Crea imbarazzo, disagio e un forte colpo alla psiche dell’uomo. La sfera sessuale non è quasi mai discussa al di fuori delle lenzuola: è un argomento privato, intimo, da affrontare con il/la proprio/a partner.

Difficilmente al presentarsi dei problemi di disfunzione erettile ci si rivolge a un medico per approfondire la questione e per risalire alle cause o analizzare i sintomi. Eppure è già stato comprovato che episodi di impotenza possono essere un campanello d’allarme per malattie ben più gravi, come quelle vascolari al cuore.

Troppo spesso però il problema viene diagnosticato, ma non trattato adeguatamente. Dalla ricerca “Undertreatment of Erectile Dysfunction: Claim Analysis of 6.2 million Patients”, supportata in parte dalla SIU Urology Endowment Found e la Fondazione Havana Day dreamers, pubblicata in Ottobre sul The Journal of Sex Medicine, si evince come i problemi di disfunzione erettile non sono trattati e seguiti dai medici come dovrebbero.

Lo studio ha interessato oltre 6 milioni e 200 mila uomini tra il Giugno 2010 e il Giugno 2011 con un’età superiore ai 30 anni affetti da disfunzione erettile. Di questi solo il 25.4% ha ricevuto una prescrizione medica per un trattamento, mentre al restante 74.6% è stato diagnosticato il problema ma non ha seguito alcuna terapia per fronteggiarlo.

Al 75.2% degli uomini trattati sono stati prescritti gli inibitori PDE5 e al restante 30.6% è stata consigliata la terapia sostitutiva degli androgeni (ART) sia da sola che in combinazione con altri trattamenti. Eppure se gli uomini fino ai 59 anni hanno ricevuto almeno una prescrizione medica, gli uomini dai 60 anni in su non sono stati curati in modo adeguato. L’avanzare dell’età è però uno dei fattori di rischio principali della manifestazione dei problemi di erezioni. Comparati con gli uomini la cui disfunzione erettile era collegata al cancro alla prostata, quelli che hanno sviluppato il deficit per colpa di ipogonadismo, disturbi del sonno, iperplasia prostatica benigna o sindromi metaboliche, hanno ricevuto più prescrizioni mediche.

Il trattamento più seguito è sicuramente quello tramite le pillole orali, ma moltissimi uomini o non rispondono agli inibitori PDE5 o non possono assumerli dati gli effetti collaterali che questi possono avere sul loro organismo per colpa di altre specifiche patologie. Medici e pazienti non si curano di trovare o provare altri trattamenti disponibili per la disfunzione erettile e spesso ne ignorano persino l’esistenza. Eppure per alcuni pazienti parlare delle opzioni possibili è un passo necessario, dal momento che il degrado delle cellule muscolari lisce del pene a seguito dell’avanzare dell’età, di malattie come diabete, colesterolo alto e ipertensione, può impedire agli stessi farmaci inibitori di fare il loro lavoro.

Nonostante ciò la maggior parte degli uomini in età avanzata che presentano disfunzione erettile non riceve alcun trattamento, eppure i benefici di un trattamento per l’impotenza sono ormai stati riconosciuti, ma sono ancora molti gli ostacoli che si trovano lungo la strada verso l’attivazione di un trattamento, tra cui gli stessi medici e i pazienti, entrambi non consapevoli delle cure alternative sul mercato e spesso anche ignoranti sulla malattia stessa.


Il parere dei pazienti che hanno scelto Solv-ED

Giuseppe - Napoli

Ho 75 anni e ho avuto una vita sessuale notevole e fino all’età di 72 anni non ho mai avuto problemi, solo da un 2-3 anni le cose non vanno più bene.

Ho ancora tanto desiderio e una compagna molto più giovane di me per cui all’inizio ho scelto la strada classica ma a dire la verità con risultati modesti.

Allora il mio amico urologo mi consigliò la protesi ma io non ho pensato neanche per un momento di metterla per cui quando ho letto che un andrologo a Napoli faceva le onde d’urto sono andato subito e anche se ho dovuto fare 12 sedute anziché 6 devo dire che ho recuperato abbastanza bene e per sicurezza ogni tanto prendo mezza compressa “blu” che prima neanche con 2 facevo niente.

Roberto - Milano

Ho 56 anni e avevo questo problema da una decina di anni, con alti e bassi e usando di tutto. Ultimamente ero arrivato al punto che non funzionava più nulla, ed ero in un tale stato di depressione che stavo rovinando anche la mia vita lavorativa, oltre a quella familiare.

Dopo un solo ciclo di trattamenti Solved posso dire di avere di nuovo un’attività sessuale soddisfacente, mi sono riconciliato con la mia compagna e ho anche ricominciato a seguire con entusiasmo il mio lavoro.

Infine vorrei dire cosa mi ha detto qualche giorno fa il mio socio in affari, che non sapeva nulla del mio problema: “Lo sai Giuseppe, devo dirti con piacere che mi sembri tornato sicuro di te come una volta. Ma che hai fatto?”. Voglio proprio dire con piacere: “Grazie Solved!”

Filippo - Caserta

La vita a volte è strana, con la mia ex moglie non ho mai avuto problemi, superati i 40 anni ho cominciato ad avere dei piccoli problemi che, con il passare del tempo sono aumentati.

Inizialmente ho creduto ad un aspetto psicologico, dovuto dalla separazione o allo stress. Facendo i dovuti controlli mi è stato consigliato di rivolgermi ad un Urologo-Andrologo, che sapesse aiutarmi. Ho preso appuntamento dal Prof. Iacono di Napoli e dopo i primi accertamentei mi ha proposto la soluzione Solv-Ed.

La prima seduta è stata un po impacciata ma le successive sono andate lisce, in pratica avevo poca irrorazione del sangue nel pene, con la tecnologia solv-Ed il problema è completamente risolto! Ora ho erezioni naturali e posso godermi la vita con la mia nuova compagna. Ringrazio in Primis il Prof. Iacono e anche tutto lo staff di solv-ed che mi sono stati vicini.

Massimo - Bologna

La paura di sprecare altro tempo e soldi mi avevano fatto perdere la voglia di risolvere il mio problema. Non nascondo che quando ho iniziato il trattamento ero ancora un po’ preoccupato anche se l’andrologo del centro SolvED mi aveva prospettato con molta sicurezza e serenità che avrei avuto dei miglioramenti.

Dopo 6 sedute posso dire che ho fatto bene a fidarmi di lui, ho ottenuto realmente un grosso miglioramento e posso dirmi soddisfatto dei soldi spesi. Peccato aver scoperto così tardi le onde d’urto, quanti soldi e quanto stress mi sarei risparmiato!

Matteo - Torino

Quando Via#gra e Ci#lis hanno cominciato a non funzionare più bene, mi sono veramente preoccupato. Su vari forum avevo sentito parlare bene di questo trattamento e allora mi sono convinto a fare una visita. Ho incontrato persone serie e professionali. Ho iniziato la terapia e le cose sembrano migliorare, spero con il prosieguo che tutto vada anche meglio. Nell’insieme per ora il mio giudizio è buono.

Paolo - Roma

Viaggio spesso all’estero e avevo sentito delle onde d’urto per migliorare i problemi di erezione. Quando ho saputo che erano disponibili anche in Italia ho voluto subito provarle.

Ora tutto funziona molto meglio, quasi bene come qualche anno fa. Sono molto contento di aver scelto Solved e lo consiglio.

Solv-ED: Il trattamento ad Onde d'Urto a Bassa Intensità per la cura della Disfunzione Erettile.
Migliora le prestazioni sessuali aumentando la vascolarizzazione del tessuto penieno.

Copyright © 2017-18 Solv-ED | Tutti i diritti riservati | Powered by Wintek Technologies Italia