Onde d’urto e impotenza: quando le pillole non funzionano

Via#ra, Ciali# e Levit#a sono i tre farm## prescritti come terapia primaria per affrontare la disfunzione erettile. Sono pillole che vengono assunte per via orale al momento del bisogno ed agiscono rilasciando gli inibitori della fosfodiesterasi 5 (inibitori PDE-5) che aiutano a dilatare i vasi sanguigni e ad aumentare il flusso sanguigno aiutando l’erezione.

Le onde d’urto a bassa intensità per la cura della disfunzione erettile rendono nuovamente efficaci gli inibitori PDE-5 per i pazienti “farmaco-resistenti”.

Di ultima pubblicazione sul “The Journal of Urology” dell’American Urological Association (AUA), uno dei più autorevoli giornali scientifici al mondo, è lo studio Penile low-intensity shoshwave treatment is able to shift PDE5i non responders to responders: A dounble-blind sham-controlled study” condotto dal professor Noam D. Kitrey con la collaborazione del Dr. Gruenwald, Appel, Vardi, Shechter e Massarwa.

L’equipe di medici ha analizzato gli effetti della terapia per la disfunzione erettile a onde d’urto a bassa intensità su pazienti resistenti alla terapia farmacologica con inibitori PDE-5.

La terapia con onde d’urto è utilizzata da circa 10 anni in cardiologia grazie alle sue proprietà neoangiogenetiche che stimolano il corpo alla creazione di nuovi vasi sanguigni. Efficace anche sulla funzione erettiva del pene danneggiata da problemi vascolari, questa terapia agisce sulla causa dell’impotenza. Grazie a questo studio, i medici hanno scoperto che per quei pazienti resistenti ai farmaci contenenti gli inibitori, la terapia a onde d’urto ripristina non solo la rete vascolare, ma anche le condizioni in cui i farmaci possono agire, di fatto bloccando il deterioramento dei tessuti.

Il Dr. Kitrey e la sua equipe, ha selezionato 58 pazienti con disfunzione erettile e li ha sottoposti alla procedura “double-blind” (doppio-cieco). Di questi 58 pazienti 37 uomini sono stati sottoposti alla terapia con la macchina a onde d’urto, mentre i restanti 16 pazienti con la macchina placebo.

I medici hanno sottoposto i pazienti al protocollo medicale che prevede 12 sedute con 1500 impulsi a sessione. Durante il trattamento si sottopongono 5 zone del pene a 300 impulsi per ogni zona (tre lungo il pene e due alla base), questo permette di agire sull’intero apparato.

Il Dr. Kitrey e la sua equipe, ha presentato ottimi risultati che danno una speranza a moltissimi uomini. Si è escluso il vantaggio di una terapia placebo, dato che tutti i pazienti del gruppo non ha mostrato alcun miglioramento nella propria funzione sessuale. Di contro tutti i 37 uomini che hanno ricevuto il trattamento a onde d’urto con la vera macchina hanno avuto un miglioramento. Addirittura oltre la metà dei pazienti più gravi ha registrato un’erezione abbastanza forte da poter permettere la penetrazione. Concluso il trial, i medici hanno voluto applicare la terapia a onde d’urto anche sui 16 pazienti placebo ottenendo forti miglioramenti. Anche in questo gruppo anche gli uomini con le condizioni più aggravate sono riusciti a raggiungere un’erezione forte per la penetrazione.

Questi risultati portano nuova fiducia negli uomini con problemi di erezione e impotenza. E’ importante avere una soluzione non invasiva e soprattutto meno dolorosa per i pazienti farmaco-resistenti.

Grazie alle onde d’urto è possibile ora trattare anche questo gruppo di pazienti costretti fino ad ora ad aumentare il dosaggio, e di conseguenza i rischi degli effetti collaterali, o costretti a ricorrere alle iniezioni peniene o alla chirurgia.

 


Il parere dei pazienti che hanno scelto Solv-ED

Giuseppe - Napoli

Ho 75 anni e ho avuto una vita sessuale notevole e fino all’età di 72 anni non ho mai avuto problemi, solo da un 2-3 anni le cose non vanno più bene.

Ho ancora tanto desiderio e una compagna molto più giovane di me per cui all’inizio ho scelto la strada classica ma a dire la verità con risultati modesti.

Allora il mio amico urologo mi consigliò la protesi ma io non ho pensato neanche per un momento di metterla per cui quando ho letto che un andrologo a Napoli faceva le onde d’urto sono andato subito e anche se ho dovuto fare 12 sedute anziché 6 devo dire che ho recuperato abbastanza bene e per sicurezza ogni tanto prendo mezza compressa “blu” che prima neanche con 2 facevo niente.

Roberto - Milano

Ho 56 anni e avevo questo problema da una decina di anni, con alti e bassi e usando di tutto. Ultimamente ero arrivato al punto che non funzionava più nulla, ed ero in un tale stato di depressione che stavo rovinando anche la mia vita lavorativa, oltre a quella familiare.

Dopo un solo ciclo di trattamenti Solved posso dire di avere di nuovo un’attività sessuale soddisfacente, mi sono riconciliato con la mia compagna e ho anche ricominciato a seguire con entusiasmo il mio lavoro.

Infine vorrei dire cosa mi ha detto qualche giorno fa il mio socio in affari, che non sapeva nulla del mio problema: “Lo sai Giuseppe, devo dirti con piacere che mi sembri tornato sicuro di te come una volta. Ma che hai fatto?”. Voglio proprio dire con piacere: “Grazie Solved!”

Filippo - Caserta

La vita a volte è strana, con la mia ex moglie non ho mai avuto problemi, superati i 40 anni ho cominciato ad avere dei piccoli problemi che, con il passare del tempo sono aumentati.

Inizialmente ho creduto ad un aspetto psicologico, dovuto dalla separazione o allo stress. Facendo i dovuti controlli mi è stato consigliato di rivolgermi ad un Urologo-Andrologo, che sapesse aiutarmi. Ho preso appuntamento dal Prof. Iacono di Napoli e dopo i primi accertamentei mi ha proposto la soluzione Solv-Ed.

La prima seduta è stata un po impacciata ma le successive sono andate lisce, in pratica avevo poca irrorazione del sangue nel pene, con la tecnologia solv-Ed il problema è completamente risolto! Ora ho erezioni naturali e posso godermi la vita con la mia nuova compagna. Ringrazio in Primis il Prof. Iacono e anche tutto lo staff di solv-ed che mi sono stati vicini.

Massimo - Bologna

La paura di sprecare altro tempo e soldi mi avevano fatto perdere la voglia di risolvere il mio problema. Non nascondo che quando ho iniziato il trattamento ero ancora un po’ preoccupato anche se l’andrologo del centro SolvED mi aveva prospettato con molta sicurezza e serenità che avrei avuto dei miglioramenti.

Dopo 6 sedute posso dire che ho fatto bene a fidarmi di lui, ho ottenuto realmente un grosso miglioramento e posso dirmi soddisfatto dei soldi spesi. Peccato aver scoperto così tardi le onde d’urto, quanti soldi e quanto stress mi sarei risparmiato!

Matteo - Torino

Quando Via#gra e Ci#lis hanno cominciato a non funzionare più bene, mi sono veramente preoccupato. Su vari forum avevo sentito parlare bene di questo trattamento e allora mi sono convinto a fare una visita. Ho incontrato persone serie e professionali. Ho iniziato la terapia e le cose sembrano migliorare, spero con il prosieguo che tutto vada anche meglio. Nell’insieme per ora il mio giudizio è buono.

Paolo - Roma

Viaggio spesso all’estero e avevo sentito delle onde d’urto per migliorare i problemi di erezione. Quando ho saputo che erano disponibili anche in Italia ho voluto subito provarle.

Ora tutto funziona molto meglio, quasi bene come qualche anno fa. Sono molto contento di aver scelto Solved e lo consiglio.

Solv-ED: Il trattamento ad Onde d'Urto a Bassa Intensità per la cura della Disfunzione Erettile.
Migliora le prestazioni sessuali aumentando la vascolarizzazione del tessuto penieno.

Copyright © 2017-18 Solv-ED | Tutti i diritti riservati | Powered by Wintek Technologies Italia