Onde d’urto Funzionamento sull'organismo

home_slideshow-2.jpg

SolvED è la nuova terapia che utilizza onde d’urto extracorporee a bassa intensità per curare gli uomini che soffrono di disfunzione erettile e impotenza. Abbiamo già parlato di questa nuova tecnologia e dei suoi grandi benefici, ma vorremmo approfondire il principio fisico e biologico che sta dietro a questa innovativa terapia.

SolvED sfrutta le onde d’urto che si propagano attraverso il fluido contenuto nel manipolo utilizzato dalla macchina. Le onde d’urto rientrano nei fenomeni studiati dalla fluidodinamica e dall’aerodinamica. Sono essenzialmente delle onde acustiche che si verificano quando viene compresso un fluido, provocando la formazione di un sottile strato di fortissima variazione di alcune sue proprietà, cioè cambiamenti di pressione, temperatura, densità e velocità. Questa variazione si propaga e crea una superficie di discontinuità meccanica che è l’onda d’urto.

Le onde d’urto vengono ricreate per le cure mediche attraverso diversi tipi di dispositivi. La tecnologia SolvED utilizza un manipolo che genera onde d’urto a bassa frequenza che si propagano attraverso il liquido contenuto nella punta del dispositivo, il fluido scelto è una soluzione salina, che permette innanzitutto di smorzare la forza d’urto modulandola, per poi indirizzare l’energia cinetica creata sulla parte del corpo interessata attraverso i tessuti molli. A livello fisico, le onde d’urto creano delle microfratture nei tessuti che stimolano la naturale capacità del corpo di autorigenerarsi.

A seconda delle intensità delle onde d’urto create si possono trattare tessuti di diversa natura, dai più resistenti come quelli ossei, a quelli più delicati come quelli molli. Data la sensibilità diversa dei tessuti, si utilizzano onde d’urto più o meno forti per penetrare rispettivamente citoscheletro o membrana cellulare. La terapia a onde d’urto extracorporee è nata negli anni ’70 per la distruzione dei calcoli all’interno del corpo, soprattutto quelli renali. Tra i medici però, era sorta la preoccupazione di eventuali danni alle ossa del bacino in seguito a questi trattamenti, ma dai diversi studi clinici si era evidenziato, al contrario, che le onde d’urto attivavano gli osteoblasti ed davano al via alla ricalcificazione di un osso fratturato. Con l’avanzare della tecnologia e continuando la ricerca, gli studiosi hanno scoperto nuovi benefici che le onde d’urto possono apportare a tessuti umani di diversa natura e consistenza.

Gli effetti comprovati delle onde d’urto sono tre: la riduzione dell’infiammazione locale, la neoformazione di vasi sanguigni e la riattivazione dei processi riparativi naturali.

La terapia SolvED sfrutta proprio l’effetto angiogenetico che stimola la formazione di nuovi vasi sanguigni, tecnica già utilizzata con successo per problemi vascolari a livello del cuore. Non è ancora del tutto chiara la dinamica che spinge il corpo a rispondere in questo modo alle onde d’urto a bassa frequenza, si sa però che nell’effetto vascolare vi sono due tipi di risposte. Una prima fase repentina e di durata transitoria agisce sulle terminazioni nervose simpatiche (sistema autonomo che controlla tra le molte funzioni tra cui le contrazioni cardiache, la dilatazione dei vasi e la produzione di vari liquidi e secrezioni) e permette al letto capillare di aprirsi. La seconda fase invece si manifesta dopo alcuni giorni ed è quella in cui si formano i nuovi vasi capillari. Alcuni studi recenti hanno ipotizzato che questo effetto angiogenetico è dovuto al rilascio di un peptide chimico specifico di natura endoteliale, in seguito alla perforazione delle onde d’urto. Il peptide infatti perfora la membrana basale delle strutture vascolari facendo fuoriuscire le cellule endoteliali che iniziano a proliferare e a formare i nuovi capillari. L’effetto antinfiammatorio sarebbe dovuto alla grande quantità di sangue che circola nella zona colpita e che risulta in piena attività.

L’effetto delle onde d’urto sui tessuti è quindi correlato al numero di sedute e dosaggi utilizzati, proprio perché va a stimolare i processi naturali di rigenerazione. Si possono avere risposte biologiche significative anche con una piccola “dose”, ma al crescere del numero di colpi si aumenta la possibilità di stimolare la reazione del corpo.


Il parere dei pazienti che hanno scelto Solv-ED

Giuseppe - Napoli

Ho 75 anni e ho avuto una vita sessuale notevole e fino all’età di 72 anni non ho mai avuto problemi, solo da un 2-3 anni le cose non vanno più bene.

Ho ancora tanto desiderio e una compagna molto più giovane di me per cui all’inizio ho scelto la strada classica ma a dire la verità con risultati modesti.

Allora il mio amico urologo mi consigliò la protesi ma io non ho pensato neanche per un momento di metterla per cui quando ho letto che un andrologo a Napoli faceva le onde d’urto sono andato subito e anche se ho dovuto fare 12 sedute anziché 6 devo dire che ho recuperato abbastanza bene e per sicurezza ogni tanto prendo mezza compressa “blu” che prima neanche con 2 facevo niente.

Roberto - Milano

Ho 56 anni e avevo questo problema da una decina di anni, con alti e bassi e usando di tutto. Ultimamente ero arrivato al punto che non funzionava più nulla, ed ero in un tale stato di depressione che stavo rovinando anche la mia vita lavorativa, oltre a quella familiare.

Dopo un solo ciclo di trattamenti Solved posso dire di avere di nuovo un’attività sessuale soddisfacente, mi sono riconciliato con la mia compagna e ho anche ricominciato a seguire con entusiasmo il mio lavoro.

Infine vorrei dire cosa mi ha detto qualche giorno fa il mio socio in affari, che non sapeva nulla del mio problema: “Lo sai Giuseppe, devo dirti con piacere che mi sembri tornato sicuro di te come una volta. Ma che hai fatto?”. Voglio proprio dire con piacere: “Grazie Solved!”

Filippo - Caserta

La vita a volte è strana, con la mia ex moglie non ho mai avuto problemi, superati i 40 anni ho cominciato ad avere dei piccoli problemi che, con il passare del tempo sono aumentati.

Inizialmente ho creduto ad un aspetto psicologico, dovuto dalla separazione o allo stress. Facendo i dovuti controlli mi è stato consigliato di rivolgermi ad un Urologo-Andrologo, che sapesse aiutarmi. Ho preso appuntamento dal Prof. Iacono di Napoli e dopo i primi accertamentei mi ha proposto la soluzione Solv-Ed.

La prima seduta è stata un po impacciata ma le successive sono andate lisce, in pratica avevo poca irrorazione del sangue nel pene, con la tecnologia solv-Ed il problema è completamente risolto! Ora ho erezioni naturali e posso godermi la vita con la mia nuova compagna. Ringrazio in Primis il Prof. Iacono e anche tutto lo staff di solv-ed che mi sono stati vicini.

Massimo - Bologna

La paura di sprecare altro tempo e soldi mi avevano fatto perdere la voglia di risolvere il mio problema. Non nascondo che quando ho iniziato il trattamento ero ancora un po’ preoccupato anche se l’andrologo del centro SolvED mi aveva prospettato con molta sicurezza e serenità che avrei avuto dei miglioramenti.

Dopo 6 sedute posso dire che ho fatto bene a fidarmi di lui, ho ottenuto realmente un grosso miglioramento e posso dirmi soddisfatto dei soldi spesi. Peccato aver scoperto così tardi le onde d’urto, quanti soldi e quanto stress mi sarei risparmiato!

Matteo - Torino

Quando Via#gra e Ci#lis hanno cominciato a non funzionare più bene, mi sono veramente preoccupato. Su vari forum avevo sentito parlare bene di questo trattamento e allora mi sono convinto a fare una visita. Ho incontrato persone serie e professionali. Ho iniziato la terapia e le cose sembrano migliorare, spero con il prosieguo che tutto vada anche meglio. Nell’insieme per ora il mio giudizio è buono.

Paolo - Roma

Viaggio spesso all’estero e avevo sentito delle onde d’urto per migliorare i problemi di erezione. Quando ho saputo che erano disponibili anche in Italia ho voluto subito provarle.

Ora tutto funziona molto meglio, quasi bene come qualche anno fa. Sono molto contento di aver scelto Solved e lo consiglio.

Solv-ED: Il trattamento ad Onde d'Urto a Bassa Intensità per la cura della Disfunzione Erettile.
Migliora le prestazioni sessuali aumentando la vascolarizzazione del tessuto penieno.

Copyright © 2017-18 Solv-ED | Tutti i diritti riservati | Powered by Wintek Technologies Italia